Che cos'è il "cloro attivo" e funziona anche contro i microrganismi?

Il bagnino di una piscina deve misurare regolarmente il contenuto di cloro. Misura i parametri "cloro totale", "cloro combinato" e "cloro libero".

Quando si aggiunge un agente contenente cloro all'acqua della piscina, parte del cloro viene decomposto e legato dalle impurità. Capelli, peli, urina e altro sporco legano il cloro, che non è più disponibile per la disinfezione, cioè per uccidere i microrganismi. Questo è il "cloro combinato". Per determinare la quantità di cloro ancora disponibile per la disinfezione, un bagnino misura anche il parametro "cloro libero". La somma di "cloro combinato" e "cloro libero" risulta quindi in "cloro totale".

Il contenuto di "cloro libero" che, come accennato in precedenza, è "liberamente" disponibile per uccidere i microrganismi è importante per le prestazioni di disinfezione e quindi la protezione dei bagnanti dalle infezioni. Nel mondo anglosassone il termine “free chlorine” non è usato nella forma di “free chlorine”, ma il termine “active chlorine”, ovvero cloro attivo; attivamente pronto ad uccidere. Nell'ambito del processo di approvazione europea dei principi attivi in ​​conformità con il regolamento sui biocidi e l'uso associato della lingua inglese, il termine "cloro attivo" è stato utilizzato per descrivere il contenuto di cloro disinfettante dei principi attivi ipoclorito di sodio, acido ipocloroso, cloro prodotto elettroliticamente da sale comune e altre sostanze contenenti cloro Classificare i prodotti.

La traduzione di nuovo in tedesco è stata poi fatta testualmente con il termine "cloro attivo" e non come era originariamente chiamato e sarebbe appropriato in tedesco, come "cloro libero". Nei paesi di lingua tedesca, ad esempio, il termine "cloro attivo" si è affermato e viene utilizzato in generale. Un anglicismo.

L'ipoclorito entra nella cellula utilizzando un canale esistente o venendo pompato nella cellula dai meccanismi di trasporto della cellula. L'acqua gioca un ruolo centrale qui. Lo ione clorito effettivamente efficace in precedenza doveva "appendere" su H O in modo che diventasse idrofilo (attraente per l'acqua) e potesse attraversare la parete cellulare. L'OCl, invece, è idrofobo (idrorepellente), quindi non può sperare nell'acqua come mezzo di trasporto, sta all'esterno ed è quindi inefficace.


lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima della pubblicazione

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.